Risposta all’articolo apparso nei giorni scorsi sulla Gazzetta di Parma a firma del consigliere Pellacini.

Home / Uncategorized / Risposta all’articolo apparso nei giorni scorsi sulla Gazzetta di Parma a firma del consigliere Pellacini.

In risposta all’articolo apparso nei giorni scorsi sulla Gazzetta di Parma a firma del consigliere Pellacini, intendo rispondere chiarendo che abbiamo appoggiato e promuoviamo la collaborazione fra associazioni di volontariato, enti gestori dei centri diurni anziani e assistenza domiciliare, con l’obiettivo fondamentale di qualificare l’offerta dei servizi.

Infatti, a parità di ore da parte degli operatori qualificati, è sicuramente utile e positivo il fatto che gli stessi siano affiancati da volontari che possono mettere in atto azioni integrative a quelle di competenza degli operatori professionali, quali i servizi di trasporto più leggeri o la mera consegna pasti a domicilio.

L’intervento delle associazioni di volontariato è quindi aggiuntivo, non sostitutivo.

Il progetto consente di raggiungere due obiettivi importanti: il primo riguarda la maggior presenza di operatori qualificati nei servizi per migliorare l’assistenza; il secondo, ma non meno significativo, consiste nella possibilità  di creare l’incontro, la conoscenza e la nascita di relazioni fra gli anziani più fragili che vivono nei  quartieri e i volontari delle associazioni che si adoperano per realizzare quel welfare di comunità cui aspiriamo.

Molte associazioni di volontariato, infatti, realizzano già servizi di trasporto solidale, collaborano con i poli sociali, gestiscono punti di comunità e sono riferimenti concreti nei quartieri a sostegno di chi può avere bisogno.

Agevolare la conoscenza e le relazioni significa proteggere e “avere presente” quali sono le persone più fragili, gli anziani soli, le persone con parziale autosufficienza che possono avere bisogno anche oltre gli interventi o la presenza del personale qualificato.

Colgo occasione per ringraziare da subito tutti coloro che si sono dimostrati sensibili al problema e hanno colto l’importanza della collaborazione proposta, poiché l’intento è chiaramente protettivo e attento ai bisogni reali delle persone più fragili.

Lascio a chi non ha più argomenti il fare e inventarsi polemiche sul nulla.

 

Laura Rossi
Assessore al Welfare del Comune di Parma

Recent Posts
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.